giovedì 9 giugno 2011

Un album sorprendente che non ascolterò mai più

[artwork by maciste]

è tutto molto provinciale. e sorprendente. del resto.

c'è chi sul bandwagon è salito in tempo quando era vuoto. sono quelli che il sorprendente album parla di me, anzi, quelli che ODDIO-ci-siamo-noi-le-nostre-vite! voi chi? noi, che ne sai, noi ci vediamo ogni sera al muretto. e quindi devo ascoltare il sorprendente album con ammirazione per le vostre vite che sono fiche e sono solo vostre e sono dentro queste canzoni che stanno spopolando? sì guarda è molto imbarazzante e divertente, non puoi capire. no aspetta un po’ capisco, anche la mia vita è un po' così, solo che il muretto non si chiama circolo, al banco del merluzzo fritto in pastella e patatine la fila non è così lunga e bon la serata bene o male si scrocca facile.

dai posso salire pure io sul bandwagon? posso dire che ci sono dentro un po' io? no perché sai io non sono dell'89, il macbook ce l'ho ma non è pro, e vabe', non sono cresciuto all'ombra der pupone. posso ascoltarlo? posso dire che il sorprendente album è grande e non ha provincia, posso dire che si estende a perdita d'occhio, tipo l'impero romano, dall'alba al tramonto? volesse quel cielo che non ha voluto così bene poi all'impero romano, possa vincere ogni classifica il sorprendente album, sbancare sanremo, occupare la homepage di pitchfork, arrivare a mia nonna, stanziare nella colonnina infame di repubblica. tipo domani, tipo ora! dai, allora posso?

c'è anche chi sul bandwagon non è riuscito a salire. il sorprendente album sarebbe anche ottimo, lo sanno a memoria certo ma non credevano che sarebbe partito in quarta 'sto bandwagon. e ora che sfreccia scortato dai caroselli così pieno e caciarone, dicono che tanto si sta scomodi e abbassano il volume e ci parlano sopra anzi non lo ascoltano più il sorprendente album. sì dai è tutto uguale il sorprendente album, costruito di cesello contando i like del giorno prima, scritto a tavolino in una notte premendo F4, oh pare che con delle carte di credito aperte a posta l’etichetta s'è comprata  su itunes vagonate di brani del sorprendente album per pompare le vendite e farlo salire in cima alla classifica, il sorprendente album.

e poi c'è chi del bandwagon manco ne sa. mica tutti i ventenni sono appassionati di postpunk o vivono all’interno di uno status di facebook perennemente in posa per una foto che non verrà mai stampata, non tutti raggiungono il fish‘n’chips come zenit culturale della settimana e praticano il salto da american apparel come unica attività fisica alternativa a angry birds. il sorprendente album non è solo tuo e dei tuoi compagni di bandwagon sai, il sorprendente album è di tutti, non è su tutti ma parla a tutti, il sorprendente album.

Il sorprendente album lo ascolti qui, lo compri qui, lo guardi qui, lo tocchi qui, lo [l]odi qui.

DISCLAIMER: La vignetta in collaborazione con Maciste, i personaggi, i luoghi, le citazioni e ogni riferimento alla realtà sono frutto puramente casuale della deprivazione acuta di sonno che ha afflitto l'immaginazione degli autori.

2 commenti:

Miriam ha detto...

io ci son salita subito su sto bandwagon e fa davvero paura. però oh, io sono anche più giustificata (pupone, colosseo e tutto il resto). bene, sono tre giorni che volevo scrivere sto commento. al tempo si pensava ancora al nucleare. hihi.

fede ha detto...

miriam, anche io ci sono sul bandwagon, ma è talmente affollato che non ci vediamo!

ciao
f.