domenica 21 febbraio 2010

Sunday Morning Réveil
Svedesi a Sud
Tornano i Club 8 con la ritmatissima bossa di Western Hospitality.
Dopo l'ultimo The Boy Who Couldn't Stop Dreaming, a Maggio uscirà People's Record, ennesimo album del duo svedese, ancora per Labrador (etichetta che fa capo proprio a Johan Angergård, una metà dei Club 8), pare molto influenzato dai recenti viaggi della band in America Latina, dalle percussioni caraibiche e i ritmi africani.
Così siamo certi che la label scandinava ci terrà compagnia per tutta la primavera dal momento che questa release sarà preceduta dalla nuova fatica di Sambassadeur, European, e l'attesissimo Clinging To A Scheme dei Radio Dept.

venerdì 12 febbraio 2010

In the ukulele over the kazoo

Jeff Magnum e i Neutral Milk Hotel sono dei giganti che hanno fondato un culto il cui testo sacro e senza tempo è In The Aeroplane Over The Sea. Madeline Ava è una ragazzina del Tennessee che deve avere una forte passione per le piccole cose, i piccoli animali, i piccoli strumenti, le piccole canzoni. E se non sono piccole lei ha comunque il talento di ridurle in scala, ridimensionarle dando loro forme per farle stare bene con il suo ukulele e il suo kazoo. La diciottenne di Knoxville ha reinterpretato dall'inizio alla fine il secondo album della band del collettivo Elephant 6 intitolandolo In The Aeroplane Over The Sea (except not really), così per gioco: "I was just sitting in my room one day and thought, I bet I could play every single one of these songs. So I decided I would try it and recorded it".
Un delizioso mini album dalla fragilità uguale e contraria all'originale, dove il folk rock drammatico è solo lo sfondo da cui un'arrangiamento semplice parte per arrivare a sfiorare vette twee pop che sorprenderebbero anche Magnum. Giusto concedere mezz'ora di adorazione anche per i discepoli.

(♫) Madeline Ava - In The Aeroplane Over The Sea
(♫) Madeline Ava - Two-Headed Boy
(thnx to zonda)

giovedì 11 febbraio 2010

Let's call it Plan PDF


Plan B, la miglior rivista musicale mai passata tra le mie dita (Losing Today in versione italiana a parte) ha chiuso i battenti l'estate scorsa. Così, out of the blue, a metà anno, con gli abbonamenti già incassati, venne comunicata la triste fine attraverso le parole del fondatore Everett True con la quale veniva dato il benservito al difficile mondo della carta stampata musicale.
A tirare su gli animi dei lettori orfani ora la possibilità di avere sul desktop una bellissima raccolta di tutti i numeri della rivista in pdf agilmente reperibile via torrent. Con un semplice mela+f si possono trovare recensioni, interviste e scritti meravigliosi. Un po' come archiviare il fragile passato di carta in un formato resistente al futuro.

sabato 6 febbraio 2010

Rebellion (Lip Dub)

Impossessiamoci della scuola e facciamola diventare un set cinematografico e poi chiamiamo i nostri compagni e coinvolgiamoli tutti, nerd, sportivi, rocker rapper punk, skaters, secchioni, fighetti, cheer leader, outsider e reginette, organizziamoci in gruppi, sparpagliamoci nei corridoi, vestiamoci come ci pare, inventiamoci qualcosa, diamogli un senso, non diamoglielo, è il nostro inno, è la nostra scuola, è la nostra età.
Ti ricordi di quando ascoltavamo gli Arcade Fire all'università?



[♫] Arcade Fire - Rebellion (Lies)
(via perpetua)