lunedì 30 novembre 2009

Niente da imparare da questa rockstar

Altro capo di stato, altro magazine, altra vera storia: il settimanale americano Time assegnando il titolo di "uomo dell'anno" al dittatore tedesco spiegò: "the man who for better or worse had most influenced events of the preceding year". La vignetta è tra quelle che Learn Something Everyday pubblica ogni giorno, è comparsa proprio due giorni fa. E' già successo, non è il caso di scandalizzarsi, sembra ricordarci.

Non importa se non mi sono fatto una chiara idea sul dibattito riguardo la copertina di Rolling Stone del mese di Dicembre. Dopotutto mi sono limitato a leggere qua e là nel web, ma sposare completamente tesi altrui non ce l'ho nelle corde. L'unico aspetto che mi ha veramente affascinato è la premura con la quale la rivista si è preoccupata di elencare tutti i luoghi dove si è fatto un gran parlare della querelle "Berlusconi Rockstar dell'anno". L'entusiasmo malcelato e la sottile forma di self-celebration hanno stupito solo me?
Sarò condizionato ormai, ma mi sembra di intraveder scendere la bava alla bocca in quegli elenchi di link a pagine web, di sentire sfregare di mani per un successo mediatico tanto agognato. Il colpo in fine è riuscito? Sì, quelle "due copie in più", era tutto lì il "vero senso"?

venerdì 27 novembre 2009

La Belle Facts

- Friday Free Download: What My Life Could Have Been degli A Classic Education, finora assaporata solo dal vivo, esce come singolo insieme alla cover di Toi di Gilbert Bécaud, per la generosa net-label indiepop Holiday Records. Scaricatela!

- Ebay is very hot: a Bari si aggiudicano il concerto a domicilio dei Caloriferi, l'asta si è chiusa a cifre da volo lowcost.

- Band da scoprire: gli interessantissimi bresciani Jules Not Jude suonano e si raccontano a Maps.

- Girls at their best: il concerto più grosso della band simbolo di questo 2009 si terrà a Londra. Sleeping bag in spalla, ecco le altre date europee.

- Capodanno: peccato sia già sold-out perché la cosa più interessante che avrei trovato da fare finora sarebbe muovere a Chicago a festeggiare il 2010 con Jens Lekman, rumors dicono supportato dagli Air France.

- Week end gigs:
- Per ritardatari: già anticipato, ecco La Belle Epop anche in podcast su Vitaminic!

martedì 24 novembre 2009

The Strokes said don't believe the hype

Non sono mai riuscito ad ascoltare con molta voglia e farmi piacere troppo i loro progetti collaterali: Albert Hammond Jr., Little Joy e Nickel Eye. Dell'ultimo, Phrazes For The Young di Casablancas, ho solo apprezzato fugacemente il singolo 11th Dimension.
Non mi ero nemmeno quasi accorto che erano stati posizionati da NME al vertice della classifica degli album del decennio 2000 con il debutto Is This It.

Sono ritornati però batticuore e pelle d'oca quando nel giro di poche ore sono stato travolto prima da un'intervista del 2001 per una tv svedese ai tempi del primo tour in Europa recuperata su PSL: belli come i modelli strafatti di seconda mano di Ellis, con i visi puliti e strafottenti e i vestiti e le capigliature che ancora adesso fanno moda. Un video da guardare e riguardare al rallentatore - soprattutto per chi come me, consapevole di sbagliare, crede alla favola che tutto sia cominciato da lì.
Poi su All Things Go un'altra chicca a stendermi definitivamente: la versione demo, lo stupendo e dolce sussurrio di You Only Live Once che sarebbe poi diventato la traccia d'apertura di First Impressions of Earth.



(♫) The Strokes - I'll Try Anything Once (You Only Live Once Demo)

Ora la temperatura attorno ai cinque newyorchesi pare possa ufficialmente riprendere a salire dal momento che si scopre via NME che dopo Julian anche il bassista Nikolai Fraiture twitta e conferma che gli Strokes potrebbero ritrovarsi nello stesso studio di registrazione già da Gennaio prossimo. Palpitazioni.

domenica 22 novembre 2009

Sunday Morning Réveil
Cousins are so 2009
Il nuovo singolo del prossimo album dei Vampire Weekend sarà un 7'' in uscita per XL a Gennaio 2010. Peccato sia già la canzone di quest'anno.
[thanks Laila!]

sabato 21 novembre 2009

Ritorno alla radio!

E' con immenso piacere che scrivo questo breve annuncio. La Belle Epop, dopo una lunga e forzata pausa dalla trasmissione in etere, ritorna ad essere un programma radiofonico.
Finita l'esperienza con Radio Facoltà di Frequenza, la radio dell'Università di Siena dove due anni fa è nato il programma, La Belle Epop intraprende entusiasta un nuovo viaggio.

A partire da oggi pomeriggio la trasmissione, giunta alla sua terza stagione, andrà in onda ogni Sabato dalle 18 alle 19 sulle frequenze di Novaradio CittàFutura, dagli studi che hanno sede nell'Exfila di Via M. Leto Casini 15. Novaradio, che ringrazio d'avermi accolto così a braccia aperte, è la radio dell'Arci di Firenze e trasmette sui 101.5 Mhz nell'area metropolitana fiorentina e sui 107.3 Mhz per l'area del Mugello.

La Belle Epop come di consueto ritornerà anche nelle pagine dei podcast settimanali pubblicati dalla splendida webzine Vitaminic.
Oltre la Toscana, grazie all'ospitalità offerta da Città Del Capo Radio Metropolitana, il programma potrà essere ascoltato in replica, ogni Lunedì all'una di notte sui 94.7 - 96.25 Mhz, a Bologna e provincia, provincia di Modena e Ferrara.

Insieme al sottoscritto in studio Massimo "Max Touch" Reali che sostituisce alla regia il mitico Cat, che di certo non mancherà di presenziare il più possibile per via telefonica.

La Belle Epop, prima puntata serie terza, oggi ore 18 sulle frequenze e sullo streaming di Novaradio CittàFutura!

Stay tuned, stay pop!

venerdì 20 novembre 2009

This italian Friday (or Saturday)

Ecco due appuntamenti da segnarsi sull'avambraccio per evitare di passare il week end a sbuffare sulla panchina al coperto del tartarugone di Piazza del Mercato (dove comunque ci si può ritrovare dopo).

Stasera i ProPositivi ospitano Dario Brunori aka Brunori S.A.S., "cantautore, imprenditore mancato e neo-urlatore italiano" della provincia di Cosenza.
Con il disco Volume 1, uscito a Giugno per la fiorentina Pippola Music Brunori S.A.S. è arrivato al Premio Ciampi 2009 come miglior esordio discografico dell'anno, riconoscimento che lo candida di diritto a fiore all'occhiello del nuovo cantautorato italiano.
Brunori S.A.S. live, dalle 21.30 al circolo Arci Pro+, praticamente in pieno centro.

(♫) Brunori S.A.S - Guardia '82


Sabato 21 invece scende in zona il più famoso collettivo "geek dancer" bolognese. Reduci vittoriosi dalle gite europee i My Awesome Mixtape ora sono in giro in Italia per uno dei loro soliti capillari tour che domani sera li vedrà a suonare con i loro beats, trombe, tastiere, violino e percussioni, sul palco della Corte dei Miracoli. Finalmente si potranno così ascoltare dal vivo le canzoni del nuovo album pubblicato per 42 Records, How Could A Village Turn Into A Town, e constatare quale smuova più di tutte il dancefloor.
My Awesome Mixtape live alla Corte Dei Miracoli dalle 23 circa.

(♫) My Awesome Mixtape - Hearts To Lend (video)

mercoledì 18 novembre 2009

They still want to know


Cambia il genere musicale e l'attitudine ma il messaggio rimane lo stesso e dopo quarantacinque anni non suona nemmeno troppo obsoleto.
L'avevo consigliata qualche domenica mattina fa nella rubrica "Sunday Morning Réveil" la cover di Who Do You Love della band northern soul The Sapphires rifatta dal giovane trio svedese tutto al femminile, Museum Of Bellas Artes. Ora viene fuori questo video in stile vergini suicide, non posso che segnalarlo insieme all'introvabile singolo originale del 1964 e a un opposto, freschissimo, remix giapponese.

(♫) The Sapphires - Who Do You Love
(♫) Museum Of Bellas Artes - Who Do You Love
(♫) Museum Of Bellas Artes - Who Do You Love (Handsomeboy Technique remix)

lunedì 16 novembre 2009

The hymn for the violence

Ritorno dopo poco tempo dall'ultima volta a scrivere di Darren Hayman, purtroppo per uno spiacevole motivo. L'ex cantante degli Hefner venerdì sera è stato aggredito, derubato e portato in ospedale. In giro si trovano poche notizie: pare che Darren fosse a Nottingham assieme al suo batterista (anche lui vittima) per la prima data di un minitour che aveva appena intrapreso; agghiacciante che in uno dei suoi ultimi twit abbia citato l'estrema pericolosità della città delle East Midlands dove si trovava.
Una notizia semiufficiale si legge sulla pagina di facebook dell'evento dove avrebbe dovuto suonare. Da quello che lascia trapelare l'ex compagno di band Jack Hayter, sembra che le condizioni cliniche dell'amico Hayman per quanto delicate, perché colpito alla testa, nel giro di pochi giorni stiano già migliorando.
Non possiamo che fare a Darren i migliori auguri di pronta guarigione e veloce ripresa dall'attività. Magari che racchiudere questo terribile episodio in un nuovo inno, uno dei suoi, questa volta possa aiutare a dimenticare in fretta i brutti giorni.
Recover soon Darren!

(♫) Darren and Jack play Hefner
[Un brillante Hayman un anno fa a Madrid con Hayter e i membri dei Wave Pictures in uno degli ultimi live con la scaletta piena esclusivamente di vecchi successi degli Hefner]

UPDATE: Darren è stato dimesso dall'ospedale e ora è tornato a casa a Londra. La sua compagna scrive delle sue condizioni in un breve messaggio per tutti i fan.

domenica 15 novembre 2009

Sunday Morning Réveil
Being the cover

Loro hanno scritto la canzone, lei ha realizzato la copertina.
Nessuna delle due parti ne è a conoscenza.

mercoledì 11 novembre 2009

My schedule

No matter how I try and calm down, penso non mi aiuterà ad arrivare in orario fare le cose così, più veloci e disordinate, anzi, sento ancora più scandito ora il ticchettio dietro il collo. Rifletto che sono in corsa, afferro le cuffie, al tatto riconosco L e R, le indosso al volo chiudendo gli occhi per qualche secondo, spero sul serio di trovarci una voce guida che spieghi come comportarmi in queste situazioni d'emergenza: l'imbarazzo del ritardo avrà da qualche parte un antidoto? Sì, basterebbe impedire ai vasi del volto di dilatarsi e alle ghiandole di spremere le goccioline di sudore. No, è dal lettore mp3 che arriva la soluzione: My Schedule, la quinta traccia di In The Court Of Wrestilng Let's è quello che mi serve, l'opposto di quello che mi aspetto dalla giornata. La mia shedule è uguale ma contraria: niente local library, niente charity shop, l'acqua del the solo un miraggio nel freddo deserto di sera all'uscita ovest della tangenziale, e chissà a che ora della notte potrò metterla sul fuoco. Troppo tardi a quel punto, sarò abbastanza stanco anche per sperare in una qualsiasi chiamata. Dopotutto, I can't give you a name, I can't give you any features but there's a place in my brain where I like to meet you.

Personalmente ci ho impiegato un po' ad amare questo album, al contrario dei precedenti fulminanti singoli ed ep, dopo averlo scartato ho dovuto lasciarlo un paio di mesi nello scaffale a decantare. Non so se In The Court Of Wrestling Let's è un disco fatto solo di qui e ora e di punk. Con le sue ballate, le pause, gli interludi, i waltz e la lunga coda strumentale, io lo trovo perfetto, compito e completo come solo certe raccolte di canzoni pop sanno essere. Non so nemmeno se finirà in qualche importante classifica dei migliori album dell'anno, chissà se finirà nella mia.
But, who cares, for the moment, I'm ok.

I Let's Wrestle saranno in tour Italia partendo domani dalla Limonaia di Fucecchio (fb - lastfm). Prima e dopo il loro live, supportato dai fiorentini The Nudo, selezione musicale con i dj locals e da qualche parte durante la serata anche il sottoscritto dietro la consolle. Poi Bologna, Roma, Milano e calzoni.

(♫) Let's Wrestle - My Schedule
(♫) Let's Wrestle - In Dreams
(♫) Let's Wrestle - I Won't Lie To You

domenica 8 novembre 2009

Sunday Morning Réveil
I'd swear, it's Spring here right now!

Gli allievi che remixano i maestri. Non va mica per il sottile il duo svedese Air France quando spiega del proprio amore incondizionato verso la band indiepop britannica St. Etienne:
"This is the answer to our prayers. "Spring" is the song we fucked to when we were eleven and took rohypnol raw"
.
Complimenti a Joel ed Henrik ché non dev'essere un gioco senza responsabilità manipolare un tale gioiello di pop non convenzionale, tanto meno se appartiene a un gruppo che hai elevato a feticcio per la vita. Il remix sarà all'interno del 12" Fox Base Beta EP pubblicato per Heavenly. Una vera chicca se si nota quanto di magia e personalità hanno aggiunto gli Air France a un già classico dello scorso decennio.
Il video, bellissimo e in pieno stile Sincerely Yours, è stato realizzato da una fan sulla citazione del cult movie inglese (da recuperare) The Wicker Man, e si trova tra le misteriose pagine dell'etichetta svedese.

giovedì 5 novembre 2009

It's definitely hot!

Condannati da questi tempi 2.0 all'ascolto-e-sputo compulsivo, mandare i testi di un intero album a memoria è cosa rara (oltre che buona e giusta) e segno vero che il disco è girato di più della solita mezz'ora. Per me il miracolo si è compiuto stavolta con un disco - alleluia - italiano: la seconda fatica di The Calorifer Is Very Hot!, Evolution On Stand-By. L'album è pronto, ormai ai blocchi di partenza, ben posizionato sulla corsia discografica del collettivo We Were Never Being Boring.
Ma come impiegare le due settimane che mancano alla sua uscita?
Tre piccoli consigli:
- guardate i video di Lester (anteprima su Rockit) e Dying Bursting Out in esclusiva su Rolling Stone (NSFW l'ammucchiata sull'outro),
- ascoltate l'inedito Peaches On The Rooftop,
- prendetevi mezz'ora e ascoltate l'intero album in streaming su Rockit.
You'll never be bored!

domenica 1 novembre 2009