domenica 30 marzo 2008

All I Wanna Do is the opposite of There Is A Light

"Liz is the sort of girl that everyone locally (and further a-field) has a crush on" (Everett True - Village Voice)

Liz è lei, già The Loves, ed anche la cantante dei The School, indiepop band di Cardiff da pochi mesi salita sul dorso della label spagnola Elefant Records. Sempre lei è l'innamorata e fuggitiva ragazza del video di All I Wanna Do che con discrezione e l'ombrellino colorato tenta di passeggiare con il suo principino infastidita però, tra uno zoo e una gelateria giù al porto, dalla presenza impicciona dei suoi amici bandmates.

I don't wanna hang around
this crowd no more, this place again.

...

All I wanna do is hang around with you
If you want me too...
All I wanna do is hang around with you
Let's go.




La sventura del video sembra agli antipodi del funesto e più celebre desiderio di "Take me out tonight/ Because I want to see people/ And I want to see lights". Paradossalmente quello a cui va incontro la povera Liz durante la sua fuga è proprio lo scontro fatale cantato da Morrissey -ma qui il double-decker bus è una macchina d'epoca e dei due amanti lei è l'unica a venir meno. Sob!

All I Wanna Do è il singolo che sta per uscire con Elefant e che fa coppia con Valentine. Le canzoni, due facce dello stesso 7'' rosa, si trovano a metà strada tra le ballatine delle 60' girl groups come The Supremes e gli omaggi musicali al tweepop che nello scorso decennio son venuti fuori da Belle & Sebastian e Camera Obscura.
Color rosa bubblegum, proprio come uno degli ombrellini che perseguitano la coppia.

[empitri] The School - All I Wanna Do (Demo Version)

domenica 23 marzo 2008

La Space Epop

Con un paio di anni luce di ritardo si pubblica la puntata della scorsa settimana de La Belle Epop.
In questo episodio, oltre alle Moretti - le uniche compagne che non ci dicono mai di "no"-, oltre alle hits in ascolto direttamente provenienti dalle nostre magioni, oltre alle beghe legali tra Shaky Hands Vs Cut Off Your Hands, a metter un bell'asterisco sulla serata c'è la presenza telefonica di Max. Il nostro spacenauta del dancefloor con la sua nuova rubrica The Max Touch ci ha presentato pianeti a noi sconosciuti e loro abitanti. Lo aspettiamo anche nei prossimi pomeriggi, di persona, magari in scafandro, perché di silly beats da queste parti non si è mai sazi.

American Music Club
- Decibel and the Little Pills
Shaky Hands - Why & How Come
Cut Off Your Hands - Oh Girl
Cloud Cult - No One Said It Would Be Easy
[al telefono con Max a presentare la nuova rubrica The Max Touch]
Hercules and Love Affair - Blind
Hercules and Love Affair - Athene
Girls In Hawaii - Bored
Notwist - Good Lies

[empitri] La Belle Epop - [13 Marzo 2008]

sabato 15 marzo 2008

giovedì 13 marzo 2008

La Belle Epop hearts March

Prima puntata del mese più tentennante che ci sia. Puntata delLa Belle Epop monopolizzata dalle canzoni delle band che saremmo andati a vedere live durante il weekend. Piacevolmente in compagnia di due guide di Portland, si è finito a guardare fino a chiusura di saracinesca il dancefloor del Covo dopo il concerto dei Los Campesinos!, per poi precipitarsi di nuovo nella brulla campagna toscana a ridere con il live metà concerto metà cabaret dei Chewingum al Ponterotto. Il solito vecchio socio invece in trasferta a Milano (spesso da quelle parti da ora in poi) è andato a salutare per l'ennesima volta negli ultimi sette mesi i Tunng in concerto alla Casa 139. Entrambi contenti ed appagati ci siamo ritrovati poi a scambiar pareri sui trasporti che ci hanno servito e le maledette nuove tariffe "fake low cost". Ma questa è un'altra storia.
La Belle Epop torna oggi pomeriggio alle 18.30 su Radio FdF alle solite coordinate o in streaming, semmai ne aveste voglia. Oggi ovetto a sorpresa anticipato con un nuovo ospite: un tipo affidabile (!?) e di basso profilo come piace a noi. E' Max e il nome della sua rubrica lo sceglieremo in diretta.

La Belle Epop - [6 Marzo 2008]

Tunng - Bullets
Tiger Tiger! - Before You Go
Get Well Soon - Plingplong! Goes my Automatic Heart
Pacific! - Numeber One
Girls in Hawaii - The Farm will End up in Fire
Chewingum - No guarda scusa devo andare
Does it Offend You, Yeah? - Let's Make Out
Los Campesinos! - Broken heartbeats sound like breakbeats
Mgmt - Kids
Lykke Li - I'm good I'm gone

venerdì 7 marzo 2008

Ricette per un ragguardevole tweekend

Prendete sette scalmanati giovani gallesi e lasciateli decantare per un paio d'anni in una cantina a sud di Cardiff. Nell'attesa che venga fuori qualcosa d'interessante nutriteli di dischi K e Sarah Records spolverandoli di tanto in tanto con twee pop vecchia scuola à la Wedding Present ed Hefner. Dotateli di numerosi strumenti così che l'intento sia orchestrale: bene xilofoni e violini, non esagerate con le chitarre. Anche se ancora acerbi assicuratevi che siano sfrontati e citazionisti a sufficienza per farli uscire fuori città e suonare in giro per la nazione. Non dimenticate nel frattempo di registrare una manciata di riempipista e una volta decisi adeguatamente titoli, scaletta e formati, di spedire in tempo il prodotto alle webzine che contano. Quando chiacchierati al punto giusto e linkati in abbondanza fate uscire con Wichita/Arts & Crafts un vero e proprio album e mandateli in giro per il mondo. Non disdegnate le grandi vetrine.
Per vedere finalmente all'opera la band dalle vostre parti, utilizzando il mezzo di trasporto che più gradite, recatevi il 7 Marzo al Covo di Bologna ma non dopo aver assunto un'adeguata dose di bibite energizzanti e alcool q.b. per non sfigurare durante la danza dalla band e dai djset post concerto proposta.

[video]
Los Campesinos - Don't tell me to do the Math(s) live @(Behind) Closed Doors]


Per non rimanere con la sensazione di secchezza delle fauci tipica dell'abbuffata compulsiva e per addolcire il palato aggredito il giorno prima dagli impeti tweecore dei Campesini, la soluzione potrebbe essere scegliere della musica ad alto contenuto di saccarina e dai colori pastello intenso di quelli che gli interior designers solitamente scelgono per colorare le pareti delle camere da letto o delle sale d'aspetto. Prendete quindi un band italiana che canta in italiano, due massimo tre componenti saranno sufficienti. Affidate loro gli strumenti più gentili che potete e lasciateli che si divertano e soffrano come adolescenti sensibili e mascalzoni tra i banchi del liceo.
Sabato 8 Marzo poi controllate bene cosa ne è venuto fuori: basta andare al Ponterotto di Montelupo Fiorentino (Fi) e sedersi su uno di quei divanetti che lo rendono così accogliente. Prendete il vostro tempo e aspettate che i Chewingum venuti a bella posta da Senigallia vi portino nel loro regno di folk pop e bossanova. Sorridete.

[empitri] Chewingum - No guarda scusa devo andare

giovedì 6 marzo 2008

Life is normal without a gig

Settimana avara di concerti, e quindi fuori dalla société per quanto riguarda La Belle Epop. Si esce normalmente per le strade senesi, si va nei soliti posti a bere i soliti drink truccati. E allora cosa di meglio da fare se non ascoltare un po' di nuova musica e guardare il panorama in decolte'?
Briglie sciolte e camicie abbottonate invece per l'ennesimo episodio della serie più seguita da noi stessi.

Yuppie Flu - Cold Device
MGMT - Time to Pretend
The Maccabees - Toothpast Kisses
We are scientists - Afterhours
Tiger Tiger! - Premarin
British Sea Power - No Lucifer
Pacific! - Sunset Blvd
Get Well Soon - Your endless Dream
Los Campesinos! - Drop it doe eyes

[empitri] La Belle Epop [28 Febbraio 2008]